RSS

Attività estive

Curiosando un po' tra i blog, soprattutto quelli americani, è possibile farsi venire in mente tante idee divertenti da copiare! Vediamo quali potrebbero essere 10 idee per divertirsi all'aperto d'estate:

1. Colorare col ghiaccio!


Il blog Chocolate Muffin Tree descrive questa divertentissima attività. Basta mettere dell'acqua colorata (si possono usare le tempere o i coloranti alimentari) nelle vaschette per il ghiaccio, aspettare una notte e il giorno dopo tirare fuori dei divertentissimi cubetti che potranno essere usati per pasticciare a volontà su un foglio o su qualsiasi altro supporto (purchè non sia un problema se si sporca un po') all'esterno.

2. Palle di ghiaccio colorate

Questa idea è descritta nel blog Sense of Wonder. Anche in questo caso si utilizza acqua colorata, con un piccolo accorgimento: si versa nel palloncino sgonfio un po' di colorante (anche in questo caso quelli alimentari liquidi sono i migliori), poi si riempie il palloncino attaccandolo a un rubinetto, esattamente come quando si creano le bombe d'acqua, altrimenti dette gavettoni! Si lascia ghiacciare il tutto per una notte, si portano all'aperto, si rompe la gomma del palloncino e voilà! Palle di ghiaccio colorato da far rotolare, mischiare tra loro, passarsi al volo...

3. Graffiti da marciapiede!

Wilmington Parent ci consiglia un'attività tanto semplice quanto divertente: colorare il cemento con i gessetti. Non importa che sia un marciapiede, ovviamente, basta un cortile, una stradellina isolata, insomma qualsiasi cosa che abbia una pavimentazione in cemento, che è bello ruvido e si presta benissimo a questa forma d'arte. Si possono fare disegni, percorsi da seguire, mappe, tiro a segno, la classica campana, scritte buffe eccetera.

 4. Bolle GIGANTI
Su Come Together Kids ci sono le istruzioni per creare un magnifico attrezzo per produrre bolle di sapone veramente molto grandi! Servono quattro cannucce e un filo spesso. Si fa passare un filo attraverso due delle cannucce, poi si chiude con un nodo, creando un anello. Le altre due cannucce si infilano nelle prime due, per formare dei manici, come si vede nella figura. Poi si versa il liquido per fare le bolle in una capiente vaschetta e vi si immerge il cappio. Ecco fatto! Non ho ancora trovato una soluzione per bolle fatta in casa che mi abbia soddisfatto, e vi assicuro che ne ho provate tante, mettendoci di tutto: acqua distillata, sapone concentrato per piatti di cento marche diverse, glicerina, sciroppo di frumento...Niente, non vengono. Finchè non troverò la formula perfetta, posso solo dire che il liquido va comprato!

5. Tiro al bersaglio con le pistole ad acqua (ma anche senza!)


 Un originale idea ce la suggerisce il blog What to Do With Kids : facciamo una bella pila di bicchieri di carta o plastica e poi...fuoco! Anzi, acqua! Il tiro al bersaglio ovviamente si può fare anche con delle palline o altri oggetti. Una variante carina ricorda quei baracconi al Luna Park dove si vince il pesciolino rosso: incolliamo i bicchieri con colla a caldo su un supporto di legno, disponendoli in file decrescenti verso l'alto a formare un triangolo. Il bicchiere singolo vale di più, tutti gli altri sempre meno. Il gioco consiste nel gettare una pallina in modo che entri nei bicchieri: più alta va maggiore è il punteggio. Ovviamente va stabilito un numero fisso di tiri per giocatore!

6. Giochi con l'acqua


Non si può andare in spiaggia? Niente paura! Su Kaboose sono elencati alcuni spassosissimi giochi con l'acqua da fare all'aperto (ideale il giardino!) adatti per tutte le età. Vediamoli:



Gara con i secchi (età 3-5 anni)

Possono partecipare due o più bambini, suddivisi in squadre. Ogni squadra avrà a disposizione un secchio pieno d’acqua, uno vuoto (da posizionare a una certa distanza) e un bicchiere di plastica. Il primo bambino riempie il bicchiere con l’acqua del secchio pieno, poi corre a versarla in quello vuoto. Tutti continuano finché il primo secchio si è vuotato e il secondo si è riempito. Vince la squadra il cui secchio contiene più acqua! Per un divertimento aggiuntivo si può fare un buchetto nei bicchieri: i bambini dovranno tapparlo con le dita mentre trasportano l’acqua; oppure i bicchieri vanno messi sopra la testa durante i passaggi.

Palla scivolosa (età 3-5 anni)

Questo gioco si può fare in piscina, dove si tocca (ma non è certo obbligatorio!). Ungere una palla con della lozione solare, ungersi anche le mani e poi passarsi la palla. Provate ad acchiapparla se siete bravi!

Tiro alla corda…bagnato (età 4 +)

Organizzate un tiro alla corda con due squadre (equilibrate) di bambini. La metà della corda starà proprio sopra un irrigatore automatico: le squadre si divertiranno moltissimo a trascinarsi a vicenda sotto gli spruzzi dell’acqua!

Limbo acquatico (età: 4-5)

Tenete un tubo dell’acqua orizzontale e aprite a tutta forza, in modo che il getto sia parallelo al terreno. Ogni bambino deve camminare sotto l’acqua. Ma attenzione: il getto d’acqua si abbasserà sempre di più! Vince chi riesce a passare sotto il livello più basso senza bagnarsi. Ma scommettiamo che alla fine nessuno rimarrà asciutto?

Che ore sono Signor Squalo? (età 5 +, per bambini a proprio agio nell’acqua)

Questo gioco si svolge in piscina, sia nella parte bassa che in quella alta per chi sa nuotare bene. Un giocatore fa il Signor Squalo e si pone da un lato della piscina, mentre gli altri partono da quello opposto. I bambini chiedono: “Che ore sono, Signor Squalo?” E lui risponde un’ora, tipo: “Sono le quattro!”. Quindi tutti cominciano a nuotare verso di lui, fino a che lo Squalo non dice: “È ora di pranzo!” A questo punto tutti devono scappare tornando verso il proprio lato. Le il Signor Squalo tocca un giocatore, al prossimo turno lo Squalo sarà lui! Naturalmente la piscina non è d’obbligo, se non la si ha a disposizione questo diventa un semplice “acchiapparello” terrestre!

Marco Polo (età 6 +)

Ancora un gioco da fare in piscina (ma, come il precedente, anche no!). Una persona fa Marco Polo. Deve chiudere gli occhi mentre tutti gli altri si sparpagliano tutto intorno. Marco Polo chiude gli occhi, e comincia a cercare gli altri, dicendo “Marco!”. Tutti devono rispondere “Polo!”. Se Marco riconosce un giocatore dalla voce, toccherà a quel giocatore impersonarlo.

Caccia al tesoro (età 7-10)

Si gettano monete e piccoli oggetti che non galleggiano nella parte bassa della piscina: i giocatori devono tuffarsi e raccoglierne il più possibile. Ovviamente si può utilizzare anche una piscinetta gonfiabile per i più piccoli, che non dovranno immergersi. Vince chi raccoglie più “tesori!”

Pallacanestro acquatica (età 4-12)

Creare un anello galleggiante; vanno benissimo i “salami” da piscina, chiusi a cerchio. Il “canestro” va gettato nell’acqua e bisogna provare a centrarlo con una palla. Ma attenzione, galleggiando continuerà a spostarsi!

7. Guerra di spugne!

Inner Child Fun ci consiglia un dicertente e colorato gioco con le spugne. Si tagliano a strisce delle spugne colorate (vanno bene anche quelle per la cucina) e si legano insieme le strisce con un elastico, in modo da formare delle specie di mine. Poi si bagnano e...caaaaarica!!!

8. Percorso a ostacoli

 

Originale idea quella di Train Up a Child: un percorso a ostacoli con i salami da piscina! Si possono disporre con le sedie come nella foto, ma anche in serie per terra: ci li tocca deve ricominciare. Si possono mettere più alti per passarci sotto, o incrociati per passarci in mezzo. Si possono anche appendere ai fili della biancheria, per passarci attraverso zigzagando. Carino, no?

9. Il Blob!

E chi non ha una piscina? Giusto! Ci ha pensato Clumsy Crafter: ci vogliono dei teli di plastica, di quelli che si usano per proteggere il pavimento quando si imbianca. Vanno piegati in due, poi i tre bordi si saldano tra loro con del nastro adesivo argentato, quello super resistente. Bisogna formare un sacco, ma ricordiamoci di lasciare una piccola apertura, dove andrà inserito un tubo dell'acqua, con cui riempiremo parzialmente il nostro sacco. Per un effetto extra si può aggiungere del colorante blu! Bagni
 amo un po' anche la superficie, saldiamo l'apertura dopo aver tolto il tubo e vaaaaiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii!

10. Lancio dei gavettoni con gli asciugamani


Guardate cosa si sono inventati su Love, Play, Learn! Due squadre di due persone, ognuna ha a disposizione un asciugamano da spiaggia e un certo numero di gavettoni. Se ne prende uno, lo si piazza al centro dell'asciugamano e si lancia all'altra squadra. Vince chi ne acchiappa di più. Vogliamo farlo sempre più difficile? Allontaniamoci sempre più!

0 commenti:

Posta un commento

ShareThis

Copyright 2009 La Scatola dell'Immaginazione. All rights reserved.
Bread Machine Reviews | watch free movies online by Blogger Templates